Ascoltaci in diretta o apri il player in una nuova finestra

Project Image

Una delle più grandi interpreti della musica italiana se ne andava in silenzio, come aveva sempre vissuto. 

 Era il 14 maggio del 1995 e Mia Martini veniva trovata senza vita a 47 anni, in una casa a Cardano al Campo, in provincia di Varese, dove si era trasferita da poco per stare vicina al padre Giuseppe Bertè. 
"Arresto cardiaco". Si archiviava così l'esisenza di una delle più grandi e difficili interpreti della nostra canzone. Mia Martini, al secolo Domenica Bertè, nasce a Bagnara Calabra il 20 settembre (lo stesso giorno della sorella Loredana più piccola di tre anni) del 1947 e con la famiglia si trasferisce prima ad Ancona e poi a Roma. Comincia a cantare giovanissima, ma il successo arriva negli Anni 70 con brani storici come "Piccolo Uomo" e "Minuetto" che le fanno vincere il Festivalbar nel '72 e '73, altri come "Inno" e "Padre davvero" scalano le hit parade. Tutti riconoscimenti che la portano all'estero, in Giappone e in Francia, dove canta all'Olympia di Parigi con Charles Aznavour che si innamora perdutamente della sua voce. "E' nata una stella", titola in prima pagina "Le Figaro"....
La vita, il successo, gli amori...la storia di Mia Martini raccontata nello speciale in onda questa sera ore 21!