Ascoltaci in diretta o apri il player in una nuova finestra

Project Image

THE FINALS – Partita favolosa per la Novipiù Casale in quel del PalaDozza di Bologna, che vince 82-67, chiude la serie 3-1 e stacca il pass per la finale, dove incontrerà – con il fattore campo a sfavore – l’Alma Trieste di Eugenio Dalmasson. Sarà, per la Junior, la seconda finale promozione della sua storia dopo quella del 2011 vinta contro Venezia (3-2) potendo sfruttare, in quel caso, il vantaggio del fattore campo.
Ieri a Bologna, la Junior ha vinto dominando e cancellando il -34 subito in Gara 3: da subito al comando delle operazioni, dopo il 7-7 iniziale, un parziale di 18-0 ha di fatto sigillato la partita, dove la Novipiù ha toccato anche 29 punti di vantaggio, senza mai voltarsi.
La Junior è la terza squadra in tutto il campionato (tra Regular Season e Playoff) a riuscire ad espugnare il PalaDozza, dopo Treviso e Ravenna. Ed è, per la Fortitudo, è il peggior passivo subito in casa dalla lontana stagione 2012/13 (quando si chiamava Biancoblu Bologna) quando venne sconfitta da Scafati 88-71. E ora, il Gran Ballo: domenica 10 Giugno, a Trieste, comincia la Finale Promozione.
 
KEY FACTOR – Il fattore chiave nella vittoria di ieri sera è da ricercare nelle percentuali al tiro, che tanto risicate erano state in Gara 3: ieri, il 50% da due e il 39% da tre addirittura non rendono l’idea della perfezione della gara, che nel primo tempo recitava 63% da due punti e 44% da tre. E i 24 punti subiti nel primo tempo (a 52) sono per la Junior il minimo punteggio subito nel primo tempo in tutto il campionato.
 
O CAPITANO, MIO CAPITANO – Super prova per il capitano rossoblu, Niccolò Martinoni, che, ancora una volta, ha dato dimostrazione delle sue grandi qualità di leadership. Chiude la partita con 25 punti, 7 rimbalzi con 10/16 dal campo (2 triple) ed è lui che guida il parziale di 18-0 che, di fatto, mette in ghiaccio la partita. Anche a Udine, nella Gara 4 decisiva, Marti era stato decisivo con 20 punti e 8 rimbalzi. I 25 punti messi a segno ieri contro la Fortitudo, rappresentano il suo massimo in carriera ai Playoff con la maglia rossoblu.
 
In questi playoff il capitano rossoblu viaggia con cifre importanti: 12.8 punti di media, ai quali aggiunge 5.7 rimbalzi e 2.8 assist con il 55% da due punti. Confrontando queste cifre con quelle della Regular Season possiamo notare che la sua produzione offensiva è la stessa, ma, rispetto al campionato serve più assist ai compagni passando dagli 1.2 ai 2.8 di questa postseason.
 
JAM A TUTTO TONDO – Dopo una brutta Gara 3 fatta da 3 punti e 1/12 dal campo, ecco una partita di estrema solidità per Jamarr Sanders.
Chiude la partita con cifre molto vicine alla tripla-doppia: 9 punti, 7 rimbalzi e 11 assist (di cui uno in no-look da strabuzzarsi gli occhi), nonostante il 3/9 dal campo.
 
ETERNO – Nuova prova da incorniciare per il giovane trentottenne Brett Blizzard.
Uscendo dalla panchina come sesto uomo, a referto mette 14 punti, 3 rimbalzi, 4 assist e 6 falli subiti ed il 42% da tre punti.
Le sue medie ai playoff riflettono i numeri della partita di ieri sera, infatti viaggia a 12.6 punti di media, 3.4 rimbalzi e 4.0 assist, con un impressionante 46.6% da tre punti.