Ascoltaci in diretta o apri il player in una nuova finestra

Project Image

Scontro diretto al PalaFerraris tra Novipiù Casale e Benfapp Orlandina Basket, con i rossoblu che portano a casa la vittoria 96-82 al termine di 40' intensi. La Junior fa subito capire di volere la vittoria e preme senza indugi sull'acceleratore, mentre un'Orlandina mai doma prova a stare sempre in scia, riuscendo a recuperare parzialmente il gap di svantaggio nell'ultimo periodo. Ma è proprio negli ultimi 10' finali che la Novipiù mette ancora più attenzione e aggressività e porta a casa una vittoria fondamentale.

Partenza contratta per entrambe le formazioni che sbattono ripetutamente sul ferro: è Capo d'Orlando la prima a trovare il canestro per mano di Bellan, mentre a rimbalzo sono i rossoblu a svettare. Martinoni firma i primi due punti casalesi e Denegri lo segue a ruota con una tripla (5-2); Laganà e Triche non ci stanno e vanno subito a segno, ma dall'altra parte ci pensa Pinkins a infiammare la retina dai 6.75 metri. Sull'8-8 i rossoblu tentano il primo allungo con Martinoni e Denegri e coach Sodini chiama subito timeout: Bruttini realizza il 12-10 mentre la Junior trova ancora punti con Pikins. Ora le due retine si muovono a ripetizione e Casale preme sull'acceleratore con Tinsley che firma il 21-12; l'Orlandina non ci sta e va ancora a segno con Bruttini, ma non ha fatto i conti con Pinkins che ha le mani infuocate e continua a muovere la retina rossoblu. Triche ci prova dalla linea della carità (2/2) e il quarto termina 24-16.

Cesana e Triche danno il via al secondo quarto, con la Novipiù che tiene la marcia ingranata dal quarto precedente e in un amen si porta sul 34-18 con le giocate di Pinkins, Tinsley e Valentini, e la Benfapp ricorre subito al timeout; al rientro Cesana e Bruttini si rispondono a vicenda, mentre Martinoni trova punti da sotto le plance. Parks prova a scuotere con una tripla (38-23) e poco dopo con un gioco da tre punti, e coach Ferrari richiama i suoi in panchina; Martinoni non si fa attendere e Cesana realizza il 42-29. La Novipiù alza ulteriormente la difesa e Musso ne approfitta per insaccare dall'arco: Bruttini realizza dalla media, ma dall'altra parte c'è già Tinsley. L'Orlandina accorcia ulteriormente con la tripla di Triche, ma la risposta della Junior anche questa volta non tarda ad arrivare: è Tinsley a chiudere il quarto 51-37.

Il terzo periodo vede in apertura i canestri di Parks e Laganà, mentre per la Novipiù ci pensa Pinkins a muovere la retina rossoblu, infiammando il PalaFerraris e siglando il 57-46; il ritmo si alza e Denegri trova il canestro dall'area mentre dall'altra parte Parks risponde dalla linea della carità. Tinsley trova un altro canestro dalla lunga distanza imitato da Pinkinse coach Sodini ferma il gioco sul 65-50; al rientro è ancora la Junior ad andare a segno con Cesana chirurgico dalla lunetta (2/2), mentre Parks e Musso non sbagliano dall'arco. Lucarelli e Parks portano punti a gioco fermo, ma Valentini risponde dalla media (72-60). Ora sono gli ospiti a premere sull'acceleratore per ricucire il gap e dopo il canestro di Bruttini coach Ferrari chiama prontamente timeout: la Novipiù è in difficoltà, con l'Orlandina che continua ad andare in lunetta (72-66). Musso scuote i suoi con una tripla chiudendo il quarto 75-66.

Sono Musso e Triche ad inaugurare l'ultimo periodo di gioco, con i rossoblu che difendono a tutto campo: Triche si carica sulle spalle, ma Pinkins non è da meno. L'Orlandina accorcia ancora le distanze (79-72) ma il gioco da tre punti di Denegri ridà fiato ai rossoblu: Laganà non sbaglia dalla media ma è ancora Denegri a siglare, dai 6.75 metri, l'85-74 che porta la Benfapp al timeout. La Novipiù non si ferma più e arriva il nuovo canestro di Pinkins, ma in lunetta c'è ancora Parks (2/2) che prova a tenere i suoi in corsa: il ferro respinge il tiro di Valentini ed è nuovamente Parks ad approfittarne, mentre Denegri continua a macinare canestri. Triche e Bruttini trovano canestri importanti dalla media, ma Tinsley trova altri punti e la partita finisce con la vittoria rossoblu 96-82.

NOVIPIU' CASALE MONFERRATO - BENFAPP ORLANDINA BASKET: 96-82 (24-16; 51-37; 75-66)

NOVIPIU' CASALE: Tinsley 13, Banchero ne, Musso 14, Valentini 8, Cesana 8, Denegri 20, Battistini, Martinoni 10, Pinkins 23, Cattapan, Galluzzi, Giovara ne. All. Ferrari

BENFAPP ORLANDINA BASKET: Bruttini 14, Laganà 9, Parks 28, Murabito, Mei, Triche 26, Bellan 2, Neri ne, Donda, Lucarelli 3. All. Sodini

Coach Marco Sodini:L’analisi purtroppo va sull’onda lunga delle ultime due partite. Ho la responsabilità della crescita dei ragazzi e sono ammirato di quella che ha già fatto Casale: noi abbiamo costruito la squadra in maniera simile ma le ultime tre partite dicono che non riusciamo a essere consistenti se non in sprazzi di partita. Mi assumo la responsabilità del fallimento delle ultime 3 partite e voglio usare questa parola pesante perchè è ampiamente scusabile un singolo errore ma non il ripetersi di percentuali altissime da due punti e tiratori aperti che prendono il loro ritmo e si fanno i loro tiri. C’è grandissima disponibilità al lavoro da parte dei miei ragazzi, ma probabilmente io, venendo dalla Serie A, ho aspettative che certe cose vengano in automatico ma così non è. Devo fare un’autoanalisi e pensare a come fare per migliorare”.

Coach Mattia Ferrari:Penso che questa partita abbia dipinto un bel quadro d’insieme della squadra: ci sono state parecchie pennellate di bel gioco, colore e molte più luci che ombre. Avevo chiesto alla squadra di giocare una partita di grande energia e volontà, abbiamo fatto degli errori ma non è mai venuta meno la voglia di portarla a casa e di questo bisogna fare i complimenti ai giocatori. In settimana il Presidente aveva fatto un discorso simile, aveva chiesto di giocare con testa e cuore e credo che la squadra lo abbia fatto. Ci sono stati errori ma non dobbiamo dimenticarci che tipo di squadra siamo: il tasso di gioventù e il programma che c’è dietro. Oggi abbiamo fatto dei piccoli passi in avanti: avevo detto loro di sporcare le percentuali degli americani e siamo stati bravi tutti, non solo coloro che li hanno marcati singolarmente, eravamo presenti, come sempre vivi, e supportati dalle percentuali. Le cose su cui lavorare sono tante e non dobbiamo meravigliarci di bruschi stop, ma guardare sempre il percorso che stiamo facendo”.

Brad Tinsley:E’ stata una partita difficile ma siamo partiti bene e siamo riusciti a proseguire nello stesso modo per tutta la gara. E’ stata una prestazione solida da parte mia, anche se ho sbagliato molto al tiro dalla lunga distanza e ho perso troppi palloni; questo sicuramente non è ancora il vero Brad Tinsley, ma è una nuova Lega e un nuovo allenatore, quindi sto cercando di dare il massimo e lavorare per migliorare continuamente”.