Ascoltaci in diretta o apri il player in una nuova finestra

Project Image

Clima fin da subito infuocato al PalaFerraris per il Derby tra Novipiù Casale e Bertram Tortona, con la compagine tortonese ad aggiudicarsi la sfida 77-82. La Bertram inizia fin da subito a premere sull'acceleratore e condurrà per tutti i 40' salvo qualche sprazzo in cui i rossoblu sono riusciti ad impattare il match: sono 21 i punti per Pinkins (a cui si aggiungono 14 rimbalzi) e 20 quelli per Martinoni.
 
Martinoni e Ndoja aprono il match mentre Pinkins e Tuoyo si rispondono a vicenda dalla lunga: Tortona prova fin da subito a premere sull'acceleratore portandosi sul 5-12, ma è ancora Martinoni a muovere la retina rossoblu. E' sempre Martinoni a insaccare la tripla dell'11-12 mentre la Junior mostra i muscoli anche a rimbalzo: Denegri realizza dalla media, ma dall'altra parte c'è Blizzard ad andare a segno dall'arco. Viglianisi prova a suonare la carica mentre i tiri della Novipiù si fermano sul ferro, è Pinkins che trova finalmente il fondo della retina e chiude il quarto 15-17.
 
Il secondo quarto prende il via con il canestro di Martinoni e i liberi di Blizzard: la Bertram si porta sul 17-21 con Gergati, ma Martinoni e Valentini trovano il nuovo sorpasso con Cesana che li segue a ruota. Casale prova a stringere le maglie della difesa, ma Gergati riesce a trovare la tripla che vale il 24-26; la Junior non molla di un millimetro e si rifà sotto con il solito Martinoni mentre Tortona trova ancora il canestro con Ganeto. Il 27-30 a 3' dal termine è firmato Cesana, ma Gergati ha le mani infuocate e non smette di muovere la propria retina: Pinkins e Blizzard non sono da meno ma è Musso a far esplodere il PalaFerraris con la tripla del 35-35. Viglianisi risponde dalla media distanza e Pinkins realizza solo uno dei tiri liberi a disposizione chiudendo il quarto 36-38.
 
Il gioco da tre punti di Viglianisi inaugurano il terzo periodo con Ndoja e Pinkins che gli vanno dietro: Tortona ora accelera ulteriormente e Gergati realizza il 40-45 mentre nell'altra metà campo è ancora Pinkins a trascinare i suoi. Blizzard trova punti dalla linea della carità (42-47) mentre la Novipiù non riesce a trovare il canestro e coach Ferrari richiama i suoi in panchina; Pinkins vola a rimbalzo e trova poi il fondo della retina seguito da Cesana che piazza la tripla del 46-50. Valentini e Ndoja infiammano le rispettive retine dalla lunga distanza mentre Martinoni fa 1/2 dalla lunetta: ancora il Capitano per i rossoblu, ma c'è ancora Gergati a muovere la retina tortonese e il quarto si chiude 54-61.
 
L'ultimo periodo vede in apertura Valentini in lunetta (1/3) e una Novipiù che tira fuori gli artigli, mentre anche Pinkins vince un viaggio dalla linea della carità (1/2) per poi realizzare il 58-61 che porta coach Ramondino al timeout mentre Valentini vuole la carica del pubblico; è proprio Valentini ad andare poi a segno, ma Tuoyo trova la schiacciata del 60-63. Il clima al PalaFerraris si fa rovente mentre Musso insacca la tripla del pareggio: Gergati realizza dalla media, ma ci pensa Tinsley a realizzare il 66-65. La Bertram impatta, ma Tinsley è chirurgico in lunetta: Viglianisi e Blizzard scuotono i tortonesi mentre Valentini non è preciso a gioco fermo (1/2) ed è ancora Blizzard ad approfittarne. Sul 69-73 a 2'23'' dal termine coach Ferrari chiama timeout, al rientro sono tiri liberi per Ndoja (1/2) mentre Tinsley insacca dai 6.75 metri: Tortona trova canestri fondamentali mentre Musso prova a dare ancora un po' di fiato ai suoi ma ormai è troppo tardi, finisce 77-82 per Tortona.
 
NOVIPIU' CASALE MONFERRATO - BERTRAM TORTONA: 77-82 (15-17; 36-38; 54-61)
 
NOVIPIU' CASALE: Tinsley 10, Banchero ne, Musso 8, Valentini 10, Cesana 5, Denegri 3, Battistini, Martinoni 20, Pinkins 21, Cattapan. All. Ferrari
 
BERTRAM TORTONA: Tuoyo 9, Cremaschi, Ganeto 2, Blizzard 22, Buffo, Ndoja 22, Ugolini ne, Lusvarghi 2, Viglianisi 8, Gergati 17, Spizzichini ne. All. Ramondino
 
 
 
Coach Marco Ramondino: “Per noi è una grande vittoria per il livello della partita e per i miglioramenti che siamo riusciti a fare sia prima della partita che a gara in corso, quindi faccio i complimenti ai nostri giocatori che hanno fatto un grandissimo sforzo dal punto di vista dell’attenzione e del fisico. Usciamo dalla partita con la consapevolezza che abbiamo dei margini di miglioramento ma che la strada è quella giusta: il fatto di aver fatto meno errori nel secondo tempo rispetto al primo, nonostante si siano alzati sia il ritmo che la fatica, per noi è molto importante”. 
 
Coach Mattia Ferrari: “Complimenti a Tortona per una partita di grande spessore mentale. Noi dobbiamo soffermarci sui nostri molteplici errori e cercare di ripartire da questa cosa. Non abbiamo avuto una gestione brillante dei possessi e secondo me ad un certo punto, quando a 5’ dalla fine, a +2 e due tiri liberi in mano, con le percentuali che avevamo e la poca lucidità dei nostri esterni è stato un mezzo miracolo. Ora sembra tutto brutto, sembra che abbiamo fatto 100 passi indietro ma non è così”. 
 
Niccolò Martinoni: “E’ stata la partita che ci aspettavamo, sapevamo che Tortona sarebbe arrivata con questo atteggiamento, con la voglia di vincere e per metterci in difficoltà. Poi sono stati bravi loro a vincerla perchè comunque queste partite, da una parte o dall’altra, sono difficili da portare a casa”.